Laboratorio analisi con check-up, servizi ed esami specializzati.

CA 125

Descrizione: CA 125
Campione: Prelievo ematico
Metodo: Chemiluminescenza
Refertazione: 1 gg

 

Il CA125 o antigene carboidrato è una glicoproteina prodotta dall’utero, dalla cervice uterina, dalle tube di Falloppio e dalle cellule che rivestono gli organi delle vie respiratorie e dell’addome. Quando uno di questi tessuti è danneggiato o infiammato, come nel caso del carcinoma ovarico, è possibile ritrovare un aumento della quantità di CA125.

Valori aumentati di CA125 si possono riscontrare oltre che in caso di tumori ovarici anche in presenza di:

  • cisti ovariche
  • epatopatie
  • tumori dell’endometrio, del peritoneo e delle tube
  • endometriosi
  • pancreatite
  • gravidanza.

Attualmente, il dosaggio del CA125 viene utilizzato soprattutto per controllare l’esito del trattamento adottato per il tumore delle  ovaie oppure per rafforzare o confermare la diagnosi di questa patologia.
In considerazione dell’evoluzione subdola della malattia, inoltre, l’analisi di questo marcatore è solitamente consigliato per donne che presentano un rischio più elevato di sviluppare il carcinoma ovarico, come quelle che hanno una familiarità.
Nel caso in cui la sintomatologia sia sospetta e l’antigene risulti aumentato, però, si abbina tipicamente un altro esame, ossia il dosaggio dell’ HE4 (Human epididymis protein 4). Quest’ultimo marcatore è più specifico di CA 125 e viene espresso in eccesso nel carcinoma dell’ovaio. HE4 rappresenta, quindi, un complemento di indagine utile nel discriminare tra cancro e masse ovariche benigne, in caso di positività di CA 125.

Il CA 125 non ha nemmeno i requisiti per essere considerato un buon marker per la diagnosi precoce di carcinoma dell’ovaio, dal momento che spesso nel primo stadio della malattia i suoi livelli nel sangue non aumentano in misura rilevante (come succede nel 50% circa dei casi).
La sensibilità del CA 125 è ridotta anche dall’evidenza che una buona percentuale di tumori ovarici (il 20% circa) risulta negativo al test anche negli stadi successivi, quindi non si accompagna a rialzi clinicamente apprezzabili dei suoi livelli plasmatici.

Per tutti questi motivi, il CA 125 non può essere utilizzato su larga scala nello screening del cancro, ma solo nel follow-up del carcinoma ovarico, per il quale assicura una sensibilità prossima al 100% nei confronti delle recidive.

 

Quando viene prescritto il test?

Il dosaggio del CA 125 viene generalmente richiesto prima dell’inizio di una terapia per il carcinoma ovarico. Durante il trattamento, l’esame può essere eseguito ad intervalli regolari in modo da valutarne l’efficacia e rilevare eventuali recidive.
L’esame del CA 125 può essere indicato anche dopo il riscontro di una massa pelvica o in pazienti ad alto rischio di sviluppare carcinoma ovarico.

 

Valori normali

L’intervallo di riferimento per il CA 125 va da 0 a 35 unità/ml.

 

CA 125 Alta – Cause

Purtroppo, a causa della bassa specificità, il livello plasmatico di CA 125 non può essere utilizzato come marker assoluto della presenza o assenza di una patologia maligna (ovarica, in primis).

 

Malattie Benigne

I livelli dell’antigene tumorale 125 possono infatti risultare elevati (> 35 U/ml) anche in corso di malattie benigne, come:

  • Endometriosi;
  • Gravidanza.
  • Fibromi uterini;
  • Policistosi ovarica;
  • Malattia infiammatoria pelvica;

Tumori

Oltre che in caso di tumore ovarico, i livelli di CA 125 si elevano anche in presenza di altri tipi di cancro, come quelli che originano nell’endometrio, nelle tube di Falloppio, nei polmoni, nel seno e nel tratto gastro-intestinale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.