Laboratorio analisi con check-up, servizi ed esami specializzati.

17 B ESTRADIOLO

Descrizione Esame: 17 B ESTRADIOLO.


Campione: PRELIEVO DI SANGUE


Metodo: IMMUNOELETTROCHEMILUMINESCENZA


Consegna referto: 1gg


Il 17 Beta estradiolo, o Estradiolo, fa parte degli ormoni sessuali femminili a struttura steroidea, chiamati estrogeni.
Gli estrogeni vengono prodotti dall’ovaio, in minima parte dal surrene ed anche dai tessuti periferici per conversione di precursori steroidei.
Tra le decine di tipi di estrogeni prodotti dall’organismo, i primi, per quantità e attività biologica sono l’estradiolo o 17beta estradiolo, l’estrone e l’estriolo.
Il primo, il piu’ importante, è prodotto durante l’età fertile della donna.

L’ESTRONE è caratteristico della menopausa ed è prodotto dalla metabolizzazione periferica dell’androstenedione.
L’ESTRIOLO è sintetizzato in quantità elevate dalla placenta, durante la gravidanza.
L’estradiolo viene secreto durante tutto il ciclo mestruale dall’ovaio (ciclo mestruale) .

Durante la prima metà di esso aumenta progressivamente fino al picco di massima secrezione, poche ore prima della ovulazione.
In seguito, la secrezione si mantiene discreta con un secondo picco e successiva notevole riduzione fino al momento corrispondente alla mestruazione.

L’estradiolo è responsabile:

-> della maturazione degli organi sessuali femminili (ovaio, utero, vagina, tube);
-> dello sviluppo dei caratteri sessuali secondari (mammella e configurazione corporea in generale);
-> garantisce, con le sue variazioni cicliche, fertilità nella donna.

Al di fuori dell’apparato riproduttivo, l’estradiolo ha altri effetti metabolici (soprattutto rilevanti quelli sul tessuto osseo del quale tende a mantenere una notevole calcificazione).
Infatti la sua carenza può determinare, nella menopausa, osteoporosi.

Il 17 beta estradiolo AUMENTA:
– in gravidanza;
– per tumori ovarici tecali;
– tumori testicolari femminilizzanti (nell’uomo);
– corionepitelioma;
– insufficienza epatica.

Il 17 beta estradiolo DIMINUISCE per:
– insufficienza ovarica primitiva;
– insufficienza ovarica secondaria a insufficienza ipofisaria o ipotalamica;
– insufficienza corticosurrenalica;
– terapia estroprogestinica;
sindrome di Turner.

 

Vedi sotto “Articoli e News correlati”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.