Laboratorio analisi con check-up, servizi ed esami specializzati.

Category: esame

Settembre 21, 2020 by admin 0 Comments

TAMPONE COVID-19

Per il prelievo rinofaringeo recarsi dal lunedì al venerdi dalle ore 8.00 alle ore 10.00 presso la sede OER di Trani Via Giuseppe Di Vittorio 47 Uscita Trani Centro direzione campo sportivo, muniti:

– di ricetta bianca del medico curante con la trascrizione dell’esame e la motivazione della richiesta;

– del modulo di accettazione che si può scaricare dal sito www.analisipapagni.it o ritirare presso le sedi di Trani o Molfetta.

Per ulteriori informazioni telefonare al numero 08831927704 oppure inviare una mail al seguente indirizzo: emergenzacovid@analisipapagni.it

Settembre 5, 2020 by papagni 0 Comments

TAMPONE RINO-FARINGEO PER LA RICERCA RNA NUOVO CORONAVIRUS (COVID-19)

Campione: Tampone rinofaringeo

Metodo: PCR Real-Time

Refertazione: 1gg

 

Qualora ci sia il sospetto di essere venuto a contatto con il nuovo coronavirus Sars-Cov-2 (COVID – 19 ) oppure in presenza di sintomi quali:

  • affaticamento ,dolore muscolare;
  • febbre sup. o uguale 37,5 , brividi;
  • tosse di recente comparsa ;
  • difficoltà respiratorie,polmonite;
  • perdita improvvisa dell’olfatto(anosmia),diminuzione dell’olfatto(iposmia) ;
  • perdita del gusto(ageusia),alterazione del gusto(disgeusia);
  • raffreddore o naso che cola;
  • mal di gola,

è consigliabile sottoporsi a tampone rino-faringeo  per la ricerca  di RNA del nuovo coronavirus (COVID – 19), il cui esito positivo può far presupporre l’avvenuto contatto con il virus nei giorni immediatamente precedenti al prelievo.

 

Per il prelievo rino-faringeo  recarsi dal lunedi al venerdi dalle ore 8.00 alle ore 10.00 presso la sede OER di Trani, via Giuseppe Di Vittorio 47 – uscita Trani centro direzione campo sportivo, muniti:

  • di ricetta bianca del medico curante con la trascrizione dell’esame e la motivazione della richiesta;
  • del modulo di accettazione che si può scaricare dal sito www.analisipapagni.it o ritirare presso le sedi di Trani o Molfetta.

Agosto 31, 2020 by papagni 0 Comments

MONONUCLEOSI INFETTIVA

La Mononucleosi Infettiva è una malattia causata dal virus di Epstein-Barr (EBV o HV-4 o Herpes Human Virus 4) appartenente alla famiglia degli Herpesvirus, la stessa famiglia della quale fanno parte il virus della Varicella, del fuoco di S. Antonio, dell’Herpes labiale e genitale.

Le infezione da virus di Epstein-Barr sono estremamente diffuse; basti pensare che il 90-95% della popolazione mondiale è venuta a contatto col virus.

La manifestazione clinica più ricorrente associata al virus di Epstein-Barr è la Mononucleosi Infettiva.

Il virus è presente e si replica nelle ghiandole orofaringee e nei linfonodi, per cui è presente nelle secrezioni orofaringee dell’ospite e nei linfonodi. E’ altamente contagioso e viene trasmesso facilmente da persona a persona mediante starnuti,goccioline di saliva, baci o condivisione di oggetti contaminati (stoviglie, giocattoli ecc.).

INCUBAZIONE-REPLICAZIONE-LATENZA

Il periodo d’incubazione, ossia il periodo di tempo tra l’esposizione al virus e lo sviluppo dei sintomi, dura alcune settimane. Durante l’infezione primaria acuta, il virus si replica; alla scomparsa dei sintomi, la carica virale diminuisce, ma il virus non viene eradicato completamente, permanendo nell’ organismo in uno stato di latenza. Il virus EBV latente rimane all’ interno dell’organismo della persona infettata per il resto della sua vita e, talvolta, può riattivarsi causando però problemi significativi solo in caso di particolare compromissione del sistema immunitario.

La maggior parte delle persone viene a contatto con EBV durante l’infanzia, spesso in maniera asintomatica o con solo pochi sintomi parainfluenzali.

Esistono 4 tipi di anticorpi:

Agosto 26, 2020 by papagni 0 Comments

EBV-VCA IgM

Il virus di Epstein Barr appartiene alla famiglia degli Herpesviridae, ed è un comune patogeno nell’uomo.
L’infezione è trasmessa con la saliva e causa la cosiddetta mononucleosi infettiva, infezione autolimitante caratterizzata da febbre, malessere generalizzato, linfoadenopatie latero-cervicali. Tipicamente, all’esame emocromocitometrico si osserva un aumento della componente linfocitaria; è spesso presente un’epatite transitoria con modico aumento delle transaminasi.
Per la diagnosi sierologica si ricercano gli anticorpi di classe G (IgG) ed M (IgM) rivolti verso il capside virale (VCA).

Durante l’infezione acuta, nell’individuo si evidenzia un innalzamento degli anticorpi specifici di classe M (IgM), seguito dall’aumento delle IgG, che permangono tutta la vita.

 

Agosto 25, 2020 by papagni 0 Comments

EPSTEIN BARR EA (Anticorpi Early) IgG

Il virus di Epstein Barr appartenente alla famiglia degli Herpesviridae, causa un infezione molto comune.

La maggior parte delle persone viene a contatto con EBV durante l”infanzia spesso in maniera asintomatica. Durante l’adolescenza invece il virus può comportare l’insorgenza di mononucleosi, un’ infezione caratterizzata da febbre, malessere generalizzato, ingrossamento dei linfonodi e talvolta splenomegalia (aumento del volume della milza) ed epatomegalia (aumento del volume del fegato).

Durante l’infezione acuta il virus si replica; alla scomparsa dei sintomi la carica virale dimunisce ma il virus non viene eradicato completamente permanendo nell’organismo in uno stato di latenza per tutta la vita.

Gli anticorpi anti EA IgG compaiono durante la fase acuta dell’infezione e poi tendono a scomparire ( in circa il 20% delle persone però continuano ad essere determinabili per molti anni dopo la risoluzione dell’infezione).

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.